Tutto su Monaco di Baviera: dal Carillon ai parchi, dai castelli all’Oktoberfest

monaco di baviera

Bellissimi parchi verdi, musei, monumenti antichi e moderni e la proverbiale efficienza tedesca: non stupisce che Monaco di Baviera sia una meta turistica sempre più apprezzata dai visitatori di tutto il mondo.

Molti scelgono la Capitale della Baviera nonché la terza città per numero di abitanti della Germania soprattutto per un weekend lunghi o ponti brevi ma, in effetti, c’è talmente tanto da vedere che non basterebbe un mese. Per molti europei, l’occasione per visitare questa città è l’Oktoberfest ma tra birra, balli folcloristici e sbornia post bevuta si finisce per trascurare alcuni dei siti di interesse più interessanti.

Un altro motivo per cui questa città è frequentata soprattutto da un certo tipo di turisti è l’elevatissima qualità della vita tant’è che Monaco è considerata tra le venti città al mondo in cui si vive meglio. Su https://www.optatravel.com/ trovate un ottima guida completa su Monaco di Baviera con itinerari, trasporti, vita e molto altro.

Oltre a tutto quanto appena raccontato c’è un altro aspetto, affatto trascurabile, che attira considerevoli flussi turistici ed è il periodo natalizio quando viene allestito il famoso mercatino di Gesù Bambino con stand in legno che occupano la più importante piazza della città Marienplats. È questa l’occasione per dare uno sguardo anche alle numerose altre attrazioni nelle vicinanze: l’Altes Rathaus (il Municipio Vecchio) e il Neue Rathaus (il Municipio Nuovo).

Perché è così famoso quest’ultimo? Beh, semplice, per il carillon di Glockenspiel che con 43 campane e 32 statue che suonano e si muovono è tra i più famosi al mondo. Non accade solo a Praga, insomma, che centinaia di persone se ne stiano all’improvviso con il naso all’insù per ammirare questa attrazione che ha orari diversi d’estate e d’inverno. Nella calda stagione, infatti, il carillon si aziona alle 11, alle 12 e alle 17 mentre quando le temperature sono più rigide e il sole tramonta prima soltanto in mattinata.

E chi ha detto che i più curati giardini, quelli proverbialmente attribuiti agli inglesi, si trovino solo oltre la manica? No signore, il regno degli ampi spazi verdi super curati è proprio Monaco dove parchi tenuto in maniera magistrale sono praticamente ovunque.

Basti pensare che il famoso Giardino Inglese, nel cuore della città, copre una superficie di ben quasi 4 chilometri quadrati. Non solo è ben più grande del Central Park di New York ma è anche uno dei più vasti all’interno di un tessuto urbano al mondo. Benché sia il più importante non è certo l’unico: altre attrazioni simili sono infatti anche l’Olympiapark, il Westpark, i parchi del castello di Nymphenburg e del Castello di Schleißheim e l’Hofgarten.

Quest’ultimo, oltre ad essere il più antico della città, è conosciuto soprattutto perché popolato da meravigliosi cervi, fatto alquanto insolito in un tessuto urbano, e per ospitare una delle più grandi e importanti birrerie della nazione.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*