Investire nelle borse internazionali

investire nelle borse

Chi possiede dei fondi da investire dovrebbe sempre tenere presente che conviene effettuare una certa diversificazione nella distribuzione dei propri fondi. Questo significa che è importante rivolgersi anche a mercati diversi da quello italiano.

In questo modo ci si mantiene al riparo dagli eventi economici che colpiscono un singolo settore del mercato o un singolo Paese. Inoltre si riesce ad approfittare dei Paesi in cui l’economia mostra un trend molto positivo, coprendo anche eventuali perdite in altri ambiti.

Come investire in borsa

Tra gli investimenti maggiormente remunerativi sicuramente giocare in borsa è uno dei più interessanti. Il problema maggiore sta nel fatto che è necessario scegliere per un numero ristretto di titoli da acquistare. Il rischio può essere da elevato a medio e si deve sempre considerare che è infrequente che il valore di un titolo azionario divenga praticamente nullo in brevi periodi di tempo, anche se non impossibile.

Se si riesce a trovare un buon  titolo azionario, o anche più di uno, si possono guadagnare cifre interessanti, da sommare a quelle dei dividendi garantiti dalla società che ha emesso i titoli. Nel caso in cui il valore del titolo scendesse, in necessità di fondi si potrebbe comunque venderlo, evitando così anche di perdere ulteriori somme del proprio capitale. In linea generale che investe in borsa lo fa sui titoli scambiati nella borsa italiana, ma è possibile acquistarne anche su altre borse, come ad esempio quella di Francoforte o di New York.

Nella maggior parte dei casi però chi investe in borse straniere preferisce acquistare dei fondi di investimento azionari esteri, in modo da lasciare a persone più esperte il compito di scegliere su quali titoli speculare. Sul sito https://www.investireinborsa.me/guida/principali-borse-mondiali.php si può trovare un’interessante guida in merito.

Diversificare i propri investimenti

La diversificazione negli investimenti non riguarda solo la possibilità di investire in differenti Paesi del mondo, ma anche in ambiti che differiscono tra loro. Quando si parla di investimenti infatti si possono evidenziare alcuni tipi di speculazione a rischio molto elevato, mentre altri danno un rendimento quasi sicuro. In un modello ideale un investitore dovrebbe sempre mantenere parte del suo capitale in investimenti a basso rischio e a rendimento fisso, in modo da coprire con queste entrate le eventuali perdite di altri ambiti molto più rischiosi.

Un tipo di investimenti sicuri sono in genere i fondi di investimento, anche se ne esistono di vario genere; alcuni infatti propongono un rendimento fisso, a lunga scadenza a volte; altri invece sono a tasso variabile, anche se permettono a volte di guadagnare in modo elevato. Per poter trarre profitto da questo tipo di investimento in genere è necessario lasciarvi i propri soldi per periodi di tempo medio lunghi.

Un tipo di investimento a rischio abbastanza elevato sono i titoli azionari, o anche i cosiddetti beni rifugio, come ad esempio l’oro. In questo caso si possono avere fluttuazioni nel valore di un titolo o di un bene nell’ordine dei diversi punti percentuali, nel corso di un singolo giorno, o anche di un mese o di un anno. La scelta del titolo giusto da acquistare è la fase più importante dell’investimento. Per svolgerla sarà necessario studiare il settore in cui opera una certa società, le politiche per il futuro, i dati economico finanziari.

Un altro tipo di investimento ad alto rischio, molto più rischioso del semplice giocare in borsa, è il trading online con le opzioni binarie. In questo caso se l’investimento non va a buon fine si perde l’intera cifra investita. I guadagni sono però molto elevati, anche fino all’80 o 90% di quanto investito. Se si riesce a fare più di una speculazione ogni giorno si può abbassare drasticamente il rischio, coprendo le perdite con i guadagni.

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*